Nuovo Road Show per Gruppo Profilati – Eku

Il 4 novembre, Sesto San Giovanni (MI), è partito il tour promozionale dei nuovi serramenti in alluminio della gamma Eku Perfektion. Partner d’eccezione: Unicmi con il progetto del “supermarchio” del serramento e LegnoLegno con le recenti iniziative per la qualificazione della posa in opera.

Il Gruppo Profilati ha scelto Milano, capitale italiana della moda e del design, come prima tappa di un nuovo Road Show che ha l’obiettivo di presentare al mercato il completamento della gamma Eku Perfektion e gli innovativi sistemi per far fronte ai requisiti stringenti di trasmittanza termica che entreranno in vigore in Lombardia e in Emilia Romagna a partire dal 1° gennaio 2017.

Il tour, iniziato il 4 novembre a Sesto San Giovanni (Mi), è poi proseguito il 18 a Treviso, presso Alpex, centro distributivo del Gruppo, quindi farà tappa a Roma il 2 dicembre presso l’Eku Sistemi Roma. Nei primi mesi del 2017, subito dopo il BAU di Monaco, si terrà un incontro presso C&S Profilati Puglia, centro distributivo di Taranto e si concluderà a Bologna.

La scaletta della giornata ha visto vari interventi, uniti però da un unico filo conduttore: fornire ai serramentisti gli strumenti per competere di più e meglio sul mercato. L’apertura dei lavori, come di consueto, è spettata al dr. Marco Galliani, AD del Gruppo Profilati, che ha sottolineato la continuità di quella filosofia di differenziazione partita due anni fa. I nuovi prodotti, così come tutte le soluzioni della gamma Perfektion, sono stati sviluppati per aiutare il serramentista a uscire dalla bagarre della concorrenza. Il concetto che sta alla base del loro sviluppo è alta qualità progettuale e massima semplificazione costruttiva.

Anche il Perfektion Slide, scorrevole dalle linee minimal, può essere interamente costruito dal serramentista nella sua officina. In questo modo i serramentisti saranno attori autonomi del proprio mercato grazie a prodotti di alta gamma. Del resto solo posizionandosi in una fascia non aggredibile dalla concorrenza si possono salvaguardare i propri margini e guadagnare.

Migliorare la propria capacità di vendita

Il valore di questi prodotti, però, va adeguatamente sottolineato e presentato al consumatore. Come ricorda Mauro Durazzi, Direttore commerciale della divisione profili per l’edilizia di Profilati, il produttore di infissi in alluminio è bravissimo nella produzione, ma meno nella capacità di vendita. Un limite che si è fatto sentire durante il crollo del mercato, ridotto del 50% dal 2008 ad oggi, e l’arrivo delle nuove regole per il mondo del serramento (certificazione energetica, marcatura CE, ecc.). Occorre quindi correre ai ripari e cercare di riguadagnare quelle quote di mercato perse a favore del Pvc. Un aiuto in tal senso può venire dall’iniziativa promozionale di Unicmi.

Un progetto di comunicazione a favore dell’alluminio

Pietro Gimelli, Direttore generale dell’Unicmi, ha quindi presentato in anteprima il progetto di comunicazione digitale volto a riconquistare quote di mercato a favore del serramento in alluminio. Perché una campagna solo su internet? Perché volenti o nolenti il consumatore prima di acquistare si informa sul web. Per 12 mesi attraverso digital advertising, social network e un sito dedicato, si promuoveranno le caratteristiche e i benefici del serramento in alluminio. Per dirla con le parole di Pietro Gimelli: “abbiamo bisogno di far rumore, di raccontare al mercato quanto figo è il serramento in alluminio”.

La campagna, che ha richiesto un investimento di 400mila euro, punterà a raggiungere 56 milioni di impression e a intercettare 850 mila potenziali acquirenti portandoli sul sito. L’iniziativa fa parte del progetto di un “supermarchio” per il serramento in alluminio, comprensivo di una posa in opera qualificata – elemento oramai imprescindibile – elaborato da Unicmi con la collaborazione di primari gammisti e accessoristi.

Eku 66 TT HP e le nuove soluzioni Perfektion

Tra i protagonisti della giornata vi sono stati i nuovi prodotti. Gianluca Buscaroli, Responsabile dell’Ufficio tecnico, ha presentato dapprima il sistema EKU 66 TT High Performance che pur avendo una sezione ridotta dei profili (telaio da 66 mm) offre un alto grado di prestazione termica, reso possibile dall’impiego di barrette, guarnizioni ed inserti isolanti realizzati con nuovi materiali a bassissimo valore lambda. L’EKU 66 TT HP rappresenta quindi la soluzione ideale per quelle Regioni, come la Lombardia e l’Emilia Romagna, che hanno anticipato di due anni l’obbligo degli edifici a energia quasi zero rispetto alle scadenze fissate dalla normativa nazionale e dalla direttiva europea 2010/31/UE.

Nel suo secondo intervento Gianluca Buscaroli ha illustrato le caratteristiche del nuovo EKU PERFEKTION SLIDE, scorrevole minimal (mostra centrale di soli 30 mm) studiato in modo tale da facilitare il serramentista sia in fase di lavorazione sia in fase di montaggio. Tra le caratteristiche principali: carrelli con ruote parallele che possono portare carichi fino a 500 Kg, profili a taglio termico, vetrazione con guarnizioni e sigillature strutturali parziali, possibilità di inserimento di una doppia vetrocamera. Anche in questo caso prestazioni d’eccellenza: uno scorrevole a 2 ante, 3.000×2.500 mm, con vetro Ug pari a 0,6 W/m2K, Psi uguale a 0,05 W/mK offre una trasmittanza termica Uw di 1,12 W/m2K con il telaio in vista e 0,84 W/m2K con telaio incassato.

Dopo la pausa caffè c’è stato l’intervento di Enrico Contarato, Responsabile Distribuzione Diretta, che ha presentato l’EKU PERFEKTION LIGHT (light come luce, leggerezza e semplicità di assemblaggio), il serramento con il tuttovetro interno. Prima di arrivare alla presentazione vera e propria, Contarato ha sottolineato l’importanza di comunicare a un acquirente sempre più consapevole, esigente e informato (grazie a internet) i vantaggi del serramento in alluminio. Gli elementi fondamentali che costituiranno il comfort abitativo saranno non solo la prestazione termica, ma anche la luminosità, la sicurezza (antieffrazione) e l’isolamento acustico.

Con il PERFEKTION LIGHT si è voluto riunire tutti questi vantaggi in un unico prodotto, si è puntato ancor di più sul serramento come elemento di arredo, consapevoli che è la donna a deciderne l’acquisto. Si tratta quindi di un serramento che punta a una estetica ricercata e minimale, ad alte prestazioni e a un’elevata personalizzazione: ad esempio anche la serigrafia del vetro può essere richiesta di vari colori in modo da abbinarla al diverso colore del profilo; si possono scegliere maniglie di design, ecc. Il serramento nasce dalla collaborazione con ES Finestra che fornisce direttamente l’anta tuttovetro.

Diventare esperti di posa in opera

Dopo la pausa pranzo, la giornata si è chiusa con l’intervento dell’ingegner Antonio D’Albo del Consorzio LegnoLegno, che ha evidenziato la necessità per il serramentista di qualificarsi soprattutto nella posa in opera. Dopo un carrellata estremamente sintetica degli aggiornamenti normativi e legislativi delle caratteristiche dei serramenti esterni, ha sottolineato l’importanza della progettazione della posa in opera. Alessandra Parmeggiani quindi ha presentato il corso del Consorzio LegnoLegno “Io mi qualifico perché ci guadagno” per diventare esperti nella posa in opera secondo la nuova norma relativa ai requisiti di progettazione dei sistemi di posa, ed essere inseriti nel 1° Albo Nazionale di Installatori Qualificati di serramenti esterni istituito appunto da LegnoLegno.

Anche questo può diventare uno strumento per sottrarsi alla pura concorrenza del prezzo e posizionarsi in quella fascia d’alta gamma nella quale si collocano le soluzioni Eku Perfektion: serramenti belli, sicuri, prestazionali e capaci di far guadagnare di più.

Vai alla barra degli strumenti